Alpiq in: Italia
Gruppo Alpiq

Storia: 11.05.2017

Tecnica del freddo ecologica di Alpiq: Gas propano per la refrigerazione della carne

Nuovo impianto di raffreddamento presso Lüthi & Portmann a Münchenbuchsee. 

Nuovo impianto di raffreddamento presso Lüthi & Portmann a Münchenbuchsee.

Nel settore industriale, per garantire una refrigerazione ecologica, spesso la scelta cade su un impianto ad acqua fredda e gas propano. Anche l’azienda di trasformazione della carne Lüthi & Portmann Fleischwaren AG ha scelto questa soluzione. Alpiq InTec vi ha apportato un contributo decisivo.

Come ben sappiamo, la carne va conservata refrigerata. Alpiq InTec sa anche come refrigerarla senza inquinare l’ambiente. È per questo che Lüthi & Portmann Fleischwaren AG fa affidamento sul know-how degli esperti del freddo Alpiq InTec.

Per la refrigerazione dei propri ambienti, l’azienda di trasformazione della carne con sede a Deisswil vicino Münchenbuchsee ha incaricato Alpiq InTec dell’installazione di due impianti ad acqua fredda e gas propano raffreddati ad aria.


Refrigerante ecologico

Che cosa rende così ecologico questo impianto? «Il propano impiegato come refrigerante non è quello che si usa per il grill a gas. Si tratta invece di un gas ottimizzato per la tecnica del freddo. È un refrigerante privo di potenziale di distruzione dell’ozono e con potenziale di effetto serra minimo» spiega Kevin Dujardin, responsabile del team Tecnica del freddo.

Esperto di impianti ad acqua fredda: Kevin Dujardin, responsabile del team Tecnica del freddo.

Esperto di impianti ad acqua fredda: Kevin Dujardin, responsabile del team Tecnica del freddo.


Il suo team non si occupa solamente dell’installazione dei due impianti. «Produciamo sistemi ad acqua fredda del marchio Alpiq, con cui possiamo integrare impianti standard» aggiunge Dujardin. Ciò consente di soddisfare in maniera mirata le esigenze individuali della clientela.


Regolazione a misura di utente

Alpiq InTec è responsabile anche dell’installazione del sistema di controllo: gli impianti sono comandati tramite pannello a sfioramento o accesso remoto. I lavori sono quasi conclusi: la consegna chiavi in mano degli impianti è prevista per il mese di giugno 2017, dopo soli tre mesi di progettazione. L’elevato grado di efficienza è stato raggiunto grazie alla stretta collaborazione con il partner contrattuale SSP Kälteplaner AG e con il cliente.

Informazioni supplementari

Torna alla panoramica